La CLARE Cooperativa Sociale si occupa delle fragilità delle persone in ogni suo aspetto, assicurando dignità, sollievo e riabilitazione, stando al fianco delle famiglie nel complicato percorso di vita dei loro cari.

CON.TATTO è un Centro Diurno Integrato rivolto a persone con disorientamento cognitivo (Alzheimer) e a un concreto supporto della famiglia o del caregiver, appesantiti dall’evento di una malattia, che progressivamente modifica gli aspetti cognitivi-affettivi-comportamentali della persona cara.

Pone al centro dei suoi obiettivi la realizzazione di un progetto di cura personalizzato condiviso con la famiglia e finalizzato a una migliore qualità della vita.

Il Centro Diurno Integrato offre un percorso di semiresidenzialità, con possibilità di accesso quotidiano, finalizzato a fornire all’assistito un ambiente di vita sereno e stimolante con interventi di stimolazione cognitiva strutturata e di riabilitazione comportamentale.

Il Centro Diurno, si caratterizza per essere dedicato esclusivamente alle persone affette da demenza (Alzheimer) e in particolare a quelle che si trovano ancora in una fase abbastanza precoce della malattia e possono quindi trarre giovamento da un trattamento di stimolazione cognitiva strutturata.

Il Centro, pianifica le attività diversificandole in base ai bisogni delle persone accolte.

Tali attività sono ispirate ad una filosofia di cura e assistenza centrate sulla persona, con una storia di vita,  un’identità e una personalità propria;

Un modello condiviso nel quale la persona con demenza è al centro di un percorso di cura in base ai suoi bisogni specifici.

Durante l’arco della giornata si alternano sedute di stimolazione cognitiva, che vengono effettuate in ambienti dedicati e adeguatamente attrezzati, a momenti di socializzazione e di svago, ma ciò che caratterizza il Centro è il fatto che tutte le attività svolte, anche quelle apparentemente più normali, sono finalizzate a migliorare l’orientamento della persona, a rallentare il deterioramento delle funzioni cognitive e a prevenire la comparsa di disturbi comportamentali.

La frequenza al centro semiresidenziale permette, inoltre, ai familiari del paziente di recuperare le energie e di poter quindi ritardare il momento di una possibile istituzionalizzazione del paziente;

 

Con.tatto

I criteri di eleggibilità per l’accesso al Centro Diurno sono:

  • richiesta di accesso insieme all’istanza dei familiari o del tutore.
  • Diagnosi di Demenza espressa da parte dell’UVA – Unità di Valutazione Alzheimer o degli altri servizi ospedalieri e territoriali specialistici (neurologici, psichiatrici, geriatrici)
  • Presenza di Disturbi del Comportamento
  • Esclusione di Patologie Psichiatriche
  • Deambulazione conservata
  • Presenza di caregiver al rientro al domicilio
  • Residenza in uno dei Comuni dell’Ambito territoriale del Centro, (il servizio offerto dalla Cooperativa è programmato territorialmente in maniera da garantire la massima fruibilità da parte di tutti i cittadini che necessitano di tale servizio).

Il progetto riabilitativo del Centro Diurno Integrato “Con.Tatto” prevede un programma di intervento, interdisciplinare integrato, quindi anche con interventi legati alle terapie olistiche , strutturato in misura compatibile con il livelli di compromissione cognitiva e funzionale degli ospiti.
È bene precisare tuttavia che l’ottimizzazione delle abilità cognitive e funzionali residue nella persona con disorientamento cognitivo e la compensazione delle disabilità, rendono più opportuno parlare di “attivazione globale” piuttosto che di riabilitazione.
Se risulta impossibile infatti ripristinare le funzioni compromesse, l’obiettivo primario, e l’unico realisticamente perseguibile di tutti gli interventi realizzati, è quello di rallentare la progressione della malattia provando a compensare il declino cognitivo e funzionale causato dalla stessa.
Va detto inoltre che la precocità degli interventi è di fondamentale importanza per il rallentamento e il contenimento dei sintomi e per evitare che si sviluppino disabilità in eccesso.
L’attivazione, infine, all’interno del nostro Centro è intesa come “attivazione globale” e non esclusivamente cognitiva. Le possibilità riabilitative per il paziente demente non vanno identificate con la sola stimolazione cognitiva, “ma è tutto il campo delle disfunzioni vitali, personali e sociali, che è valutato, stimolato e aiutato”.

Gli ospiti che afferiscono al Centro sono seguiti da un team professionale formato da:

Pedagogisti con funzioni di coordinamento, medico geriatra, psicologo, infermiere, educatore, animatore, operatori socio-sanitari.

Quando la persona affetta da demenza comincia a frequentare i Centro, viene sottoposta ad una approfondita valutazione medica e cognitiva sulla base della quale viene definito un programma personalizzato di interventi e di attività.

La frequenza al Centro permette anche un costante monitoraggio delle condizione di salute degli ospiti, effettuato dal medico e dall’infermiere che a tale scopo collaborano strettamente con il medico di medicina generale dell’ospite.
Periodicamente il medico e l’equipe di coordinamento incontrano i familiari dei pazienti per comunicare loro l’evolversi della situazione cognitiva e sanitaria e il programma terapeutico riabilitativo che viene svolto.

All’interno del Centro operano degli educatori e gli animatori impegnati, assieme a tutto il personale di assistenza (Oss ), nelle attività di animazione dei momenti ricreativi e nella condivisione della vita quotidiana degli ospiti della struttura.
Le attività di riabilitazione comportamentale consistono in interventi, durante i quali l’educatore innesca dei processi di riduzione e di contenimento non farmacologico dei più frequenti disturbi comportamentali che spesso si associano alle varie forme di demenza, quali l’aggressività, l’alterazione del ritmo sonno – veglia e il vagabondaggio afinalistico (wondering).
Compito degli educatori e degli animatori è, infine, anche quello di organizzare visite culturali guidate, visione di film, ascolto di brani musicali e attività occupazionali, per mantenere le competenze e le autonomie degli ospiti oltre che per rendere piacevole e stimolante la vita quotidiana all’interno dei nuclei diurni.

L’Intervento psicologico presso il Centro Diurno è rivolto, al sostegno e alla formazione dei familiari e alla supervisione delle équipe di lavoro.
L’intervento direttamente a favore degli Ospiti si concretizza nella loro valutazione cognitiva e comportamentale che viene effettuata all’ingresso e periodicamente durante la loro permanenza presso la struttura. Sulla base di queste valutazioni lo Psicologo elabora, in collaborazione con il medico, gli infermieri, gli educatori, e gli operatori socio-sanitari, il programma terapeutico – riabilitativo individuale del paziente. Nel processo di realizzazione di tale programma, lo psicologo segue in particolare il trattamento dei disturbi dell’umore e i programmi di monitoraggio e di contenimento dei disturbi comportamentali.
Inoltre l’impegno dello Psicologo è quella di elaborare per ciascun ospite i progetti di stimolazione cognitiva e di coordinamento del gruppo di educatori che li realizza.
Per quello che riguarda l’impegno a favore dei familiari esso si concretizza in forme di accompagnamento nelle prime fasi dell’inserimento dell’anziano, in sostegno psicologico nelle situazioni di maggior disagio e, nel caso di familiari degli Ospiti degli interventi formativi sulle migliori modalità di relazione con il paziente affetto da demenza.
Lo Psicologo interviene, infine, nella programmazione e nella realizzazione di programmi di motivazione, formazione, supporto e supervisione delle équipe multiprofessionali.

L’operatore socio sanitario svolge un ruolo assolutamente fondamentale all’interno del Centro, si tratta di una figura che, essenzialmente, si occupa dell’assistenza e della cura dell’ospite con difficoltà.
L’operatore socio sanitario non è un medico, ma un professionista che deve possedere diverse doti e competenze.
E’ chiamato a prendersi importanti responsabilità, tutte le attività dell’ OSS sono rivolte al paziente assistito e all’ambiente che lo circonda.
Il suo lavoro si svolge secondo un programma ben preciso:

  • rilevazione delle condizioni dell’assistito, con l’obiettivo di eliminare, nell’ambiente circostante, tutto ciò che può creare ulteriori difficoltà al paziente;
  • dialogo con la famiglia dell’assistito;
  • ascolto, osservazione, comunicazione;
  • supporto all’assistito nelle attività quotidiane (igiene personale, pulizie, preparazione pasti, etc.);
  • assistenza infermieristica di base;
  • portare a termine il programma stabilito per il paziente.

Il Centro Diurno è autorizzato per l’accoglienza di n. 20 utenti, ed è aperto dalle 7.30 alle 18.30 tutti i giorni della settimana, dal lunedì al sabato e su richiesta da parte delle famiglie degli ospiti, si offre l’assistenza anche nelle domeniche e nei giorni festivi, presso il Centro o a domicilio.
Gli utenti potranno chiedere di frequentare il Centro per l’intero orario, per metà giornata o a giorni alterni

Al Centro Diurno saranno garantiti i seguenti Servizi e attività:

  • servizio di accoglienza;
  • attività di cura e assistenza alla persona:
    • assistenza per la deambulazione, assistenza all’alimentazione, prestazioni di tipo igienico;
  • servizio medico e infermieristico:
    • gli ospiti mantengono il loro medico di base che garantisce tutte le prestazioni previste dal SSN; in casi d’urgenza è garantita l’attivazione della procedura di pronto intervento;
  • attività di terapia occupazionale;
  • attività di stimolazione/riattivazione cognitiva:
    • memory training, terapia di riorientamento alla realtà -, training procedurale;
  • attività di stimolazione sensoriale:
    • musicoterapia, arte terapia, aromaterapia, ecc;
  • attività di stimolazione emozionale:
    • laboratori di reminiscenza emotiva autobiografica (REA), Laboratori di progettazione di sé nel tempo (PST), terapia della validazione, psicoterapia di supporto;
  • attività riabilitative di tipo neuro motorio:
    • programma di ginnastica dolce per il mantenimento delle abilità residue per i soggetti che non necessitano di particolari interventi;
  • pasti e merende:
    • il menù varia quattro volte l’anno con caratterizzazione stagionale, su indicazione dei menù della A.S.L. e in caso di problematiche specifiche individuali;
  • attività finalizzate alla socializzazione, attività ricreative, ludiche, culturali, religiose:
    • Il centro organizza attività ricreative, ludiche, culturali, di socializzazione, attraverso l’organizzazione di feste, uscite nel territorio, attività di gruppo. A tutti gli utenti è garantita un’adeguata assistenza spirituale e religiosa.

Le attività si svolgono secondo un programma giornaliero e settimanale di attività e proposte finalizzate alla stimolazione delle capacità personali e in rispetto del progetto individuale.

Le finalità fondamentali del programma di attività consistono nel garantire servizi che sostengano e migliorino la vita sociale e relazionale dell’utente.

Nel prospetto che segue è illustrata la giornata tipo al Centro che prevede un’accoglienza giornaliera per sei giorni la settimana in orario compreso tra le 7,30 alle 18:00:

Ore 7,30 – 10.00

  • arrivo al centro
  • accoglienza
  • igiene e cura della persona
  • merenda

Ore 10.00 – 12. 00

  • servizio infermieristico
  • memory traning
  • musicoterapia
  • prassie
  • attività occupazionali

Ore 12.00 – 13.30

  • Pranzo*

Ore 13.30 – 18.30

  • igiene e cura della persona
  • attività occupazionali
  • attività di animazione
  • rientro e/o accompagnamento ospiti a casa

* Il pranzo si svolge dalle ore 12.00 alle 13.30 circa: sono presenti operatori socio sanitari, che si dedicano agli ospiti, con catering con tabelle nutrizionali controllate da personale specializzato , su indicazioni dell’A.S.L.; periodicamente aggiornato; per gli ospiti che presentano particolari problemi di alimentazione, un medico nutrizionista esterno provvederà a stilare un menù idoneo.

La struttura dispone, per l’eventuale riposo degli ospiti, di uno spazio adeguatamente arredato.

Il Centro Diurno è costituito da locali ben distinti, al fine di poter distribuire in sottogruppi gli utenti. Gli ambienti interni del centro sono pensati in modo da permettere agli ospiti di muoversi senza costrizioni e orientarsi facilmente.

Gli interni per quanto riguarda i materiali, i colori e l’arredamento, sono progettati in modo da creare degli ambienti confortevoli, armoniosi.

Il Centro è articolato in spazi adibiti a relax, in cui i pazienti potranno rivivere le loro emozioni attraverso melodie e canzoni di un tempo;

Una sala polifunzionale per la riscoperta e lo sviluppo di capacità cognitive ed emotive e in cui si provvederà alla cura individuale del paziente.

Una sala laboratoriale atta alla rivisitazione di hobby e lavori manuali capace di mantenere e stimolare abitudine consolidate altrimenti a rischio di oblio.

La struttura è dotata di una sala da pranzo con cucina annessa organizzata in tavoli da 4 per stimolare la comunicazione verbale tra i commensali con accesso differenziato per i due moduli previsti.

Nel Centro è presente una cucina terapeutica: uno spazio dove l’attività culinaria svolta in prima persona dagli ospiti viene utilizzata come strumento di stimolazione cognitiva.

All’esterno verrà realizzato un giardino orto sensoriale (giardino Alzheimer) finalizzato alla gestione del paziente wandering,  atto al mantenimento e stimolo del “ricordo” attraverso la cura costante delle piante.

Inoltre per la “particolarità” degli utenti ospiti del Centro, lo stesso si avvale di un sistema di domotica che consente di ottenere un notevole incremento delle prestazioni e delle possibilità offerte dai diversi impianti presenti nel Centro, ottimizzando i consumi e permettendo l’integrazione di diverse funzioni quali video sorveglianza, comfort, sicurezza, risparmio energetico e comunicazione.

Load More